10 motivi per amare The Bridgertons' Chronicle su Netflix

La piattaforma di streaming di successo, Netflix, ha ampliato il suo catalogo con una nuova serie che è già diventata un punto di riferimento e la preferita di molti. Venerdì 25 dicembre, Netflix ha presentato in anteprima la serie La cronaca del Bridgertonon. Questa è la prima serie di shondaland, la nuova società di produzione di Shonda Rhimes, conosciuto per Grey Anatomy ou Scandalo. Questa volta, promette una serie diversa che mescola storia, amore e lusso.

The Bridgertons Chronicle, la serie di successo di Netflix
                   The Bridgertons Chronicle, la serie di successo di Netflix

Se ancora non hai visto questa serie o non sapevi che fosse nel catalogo Netflix; oggi vi proponiamo 10 motivi per amare la serie!

L'adattamento di una saga letteraria

Bridgerton è l'adattamento di una saga di romanzi d'autore Giulia Quinn. Quest'ultimo racconta le avventure e le disavventure degli otto fratelli Bridgerton. Julia Quinn è lo pseudonimo di Julie Pottinger, una delle scrittrici di romanzi storici più venduti in America. I suoi romanzi sono stati tradotti in 29 lingue straniere.

Un buon punto di partenza

La serie approfondisce la vita sociale di Regency London. Quindi la finzione inizia quando Daphné sta per entrare nel mercato dei matrimoni di Londra, ma vuole seguire le orme dei suoi genitori e sposarsi per amore.

Il problema è che suo fratello maggiore decide che è ora di iniziare a cercare il suo futuro marito e interessarsi ai corteggiatori di Daphne. Una rivista aziendale scritta dal misterioso Lady fischiettò inizia a scrivere sulla reputazione di Daphne. In questo momento, il Duca di Hastings, ribelle e single, appare. I due si incontrano e sono riluttanti a riconoscere che c'è più di una buona amicizia tra loro.

i caratteri

La personalità del Duca è potente e distante a causa di un'infanzia dolorosa. L'attore Regé-Jean Page impone il suo fascino e si impadronisce del suo personaggio. Al contrario, Daphne, interpretata da Phoebe Dynevor (Younger), è elegante e dolce. Inoltre, una delle cose più eccitanti dello show è quando vediamo questo personaggio evolversi da giovane donna single a donna sposata.

Eloise (Claudia Jessie), la sorella di Daphné, è il personaggio femminista per antonomasia in questa serie. È lei che non vuole conformarsi agli usi e costumi della buona società, che non è d'accordo con il modo in cui vengono trattate le donne e che non vuole sposarsi.

Bridgertons riunisce altre personalità come: Golda Rosheuvel (Lady Macbeth), Jonathan Bailey (Crashing), Luke Thompson (West of eden), Claudia Jessie (vanity fair), Nicola Coughlan (Harlots), Ruby Barker (Wolfblood), Ruth Gemmell (Waking the Dead) e Julie Andrews è la voce di Lady Whistledown.

La chimica tra i personaggi principali

Phoebe Dynevor interpreta Daphne Bridgerton, una bellissima giovane donna di una famiglia dell'alta società che deve trovare un marito adatto. Ma tutto cambia dopo aver incontrato il bel Duca di Hastings. Regé-Jean Page interpreta il ruolo di questo duca appena tornato a Londra. Sebbene tutte le donne vogliano sposarlo, non ha alcun interesse per il titolo, l'alta società o l'avere una moglie. Inoltre, la chimica e la tensione tra i due personaggi hanno fatto irruzione sullo schermo e il loro idillio ha conquistato i fan.

Gli attori del backstage, una boccata d'aria fresca

Nella serie troviamo ruoli secondari di lusso come Julie Andrews, Jonathan Bailey, Golda Rosheuvel, Nicola Coughlan, Claudia Jessie, Adjoa Andoh, Ruth Gemmell, Luke Newton, Polly Walker e Ruby Barker.

Julie Andrews interpreta Lady Whistledown, la scrittrice anonima che usa un curioso mix di commenti sociali e insulti pungenti per suscitare interesse per ciò che sta accadendo nell'alta società della zona. Nessuno sa chi sia, ma Lady Whistledown sa tutto quello che sta succedendo. La sua presenza è alquanto misteriosa e rende la storia più interessante.

Una serie dinamica

Gli episodi della serie durano tra i 45 minuti e un'ora e mantengono un ritmo costante. In effetti, è una serie che non trascina gli intrighi e che è molto divertente. Come dicevamo prima, la trama principale è la storia d'amore tra Daphne Bridgerton e il Duca di Hasting; ma le storie dei personaggi secondari assecondano questa trama senza mai togliere l'interesse dello spettatore.

I costumi

La serie ha avuto un grande budget, che ha permesso in particolare la produzione di circa 7 costumi, che possono essere visti sullo schermo, specialmente nelle spettacolari scene di danza. La costumista è Ellen mirojnick, Vincitrice di un Emmy, nota per il suo lavoro in film come Attrazione fatale (1987), Wall Street (1987) e Basic Instinct (1992), The Greatest Showman (2017) e Maleficent: Mistress of Evil (2019).

Il Duca di Hastings, un carisma smagliante

Il londinese Regé-Jean Page porta il personaggio di Simone bassetto, il bel Duca di Hastings con cui Daphne Bridgerton (la protagonista della serie) fa un patto. Il loro obiettivo? Impedisci a Daphne di finire in un matrimonio combinato e Simon di uscire dalle luci della ribalta essendo lo scapolo più ambito della società. Inoltre, il bel Regé-Jean è stato in grado di capovolgere i cuori dei fan della serie.

Lady fischiettò

Lady Whistledown potrebbe essere il nostro personaggio preferito nello show. Cosa è successo all'evento del fine settimana, chi sono le coppie in questo momento? Lady Whistledown è responsabile della segnalazione di TUTTO. La sua identità è mantenuta anonima per tutta la serie, il che lascia allo spettatore la possibilità di indovinare in qualsiasi momento quale sia la sua identità.

musica

Nonostante la serie sia ambientata nel XIX secolo, la colonna sonora di Bridgerton ha un'influenza moderna grazie alla presenza di versioni orchestrali di brani diAriana Grande (10 motivi per amare Ariana Grande) Di Taylor Swift e molte altre celebrità. Ogni ballo a cui partecipano i personaggi è tanto più speciale di ciascuna delle canzoni in sottofondo. La migliore notizia: fortunatamente per i fan, Netflix ha reso l'ascolto di tutte le canzoni molto più semplice e puoi trovarle su Spotify.

Allora, hai intenzione di guardare la serie?

“Il modo migliore per predire il futuro è crearlo” è una citazione che caratterizza perfettamente la mia ambizione di studente e futuro laureato in lingue straniere applicate. Un vero cinefilo e un grande amante delle serie televisive, delle notizie sulle celebrità e dei viaggi di ogni tipo, sono ambizioso e appassionato dei miei sogni. Penso, come Churchill, che sia difficile fallire, ma ancora più difficile non aver provato ad avere successo.