10 motivi per non fidarsi dei media francesi

Quando i media perdono letteralmente la fiducia dei francesi...

Possiamo fidarci dei media? Questa domanda da sola potrebbe essere un argomento di saggio ...

I francesi dichiarano la loro insoddisfazione e sfiducia nei confronti dei media francesi da oltre 30 anni. Ancora una volta, i sondaggi sono stati condotti sulla scia e il barometro rivela un tasso poco convincente per quanto riguarda la fiducia nei media francesi. Le crisi che il Paese ha conosciuto negli ultimi decenni non semplificano la questione: i francesi hanno questo bisogno incompreso di conoscere la verità.

Da parte loro, i media (scritti, televisivi o audio) stanno cercando di fare il possibile per salvare la loro immagine offuscata dal tempo e dagli eventi. In ogni caso, la gente è ferma sul fatto che non c'è niente da fare. Ti senti come se fossi tra l'incudine e il martello, cercando la verità senza sapere dove trovarla? Abbiamo raccolto 10 ragioni per non fidarsi dei media francesi a seguito delle indagini che sono state effettuate.

Perché i media sono troppo spesso influenzati

Le cifre sono calate ei risultati sono quasi pesanti viste le dichiarazioni della maggior parte degli intervistati: "Impossibile fidarsi dei media francesi, perché sono influenzati, addirittura manipolati". Tutti sanno che ci sono sempre state aziende il cui potere è incommensurabile. Allo stesso modo, i partiti politici ci hanno mescolato il loro granello di sabbia, tanto che è diventato difficile per i francesi schierarsi dalla propria parte.

Mettere in guardia! I media francesi sono stati esaminati!

Oggi, come prima del resto, è diventato ancora più difficile trovarsi in mezzo alle informazioni pubblicate sui media. Ad esempio, la maggior parte di loro sceglie di coprire fatti che interessano solo a loro. Eventi culturali, eventi sportivi, informazioni politiche, fatti vari o anche informazioni di impatto nazionale ... I media hanno scelto il loro campo e pubblicano solo ciò che vogliono in modo che il più importante finisca nella spazzatura, lungi dall'essere menzionato in modo che tutti può esserne consapevole.

Perché c'è troppa concorrenza

“Troppa concorrenza uccide la concorrenza! Questi sono i termini usati per riferirsi alla moltitudine di canali televisivi o giornali che esistono oggi. Non essendo più possibile navigare, e trovandosi di fronte alla colossale differenza di cronaca (anche quando si tratta dello stesso argomento), i francesi si rifiutano semplicemente di farsi convincere dai media. A meno che un fatto inedito non venga sollevato su uno dei canali o tra le righe della stampa, l'attenzione del pubblico non viene più catturata. Alla fine, sono i giornalisti stessi che stanno mettendo le loro ruote nelle ruote.

Perché la pubblicità conta di più

Considerando l'estensione della pubblicità nel tempo, non siamo sicuri di come confrontare il vero con il falso. Il miglior offerente vincerà di sicuro, mentre il pubblico di destinazione ne pagherà il prezzo. Certo, sarà difficile dare la colpa ai media per la presenza significativa di pubblicità sullo schermo o sui giornali. Questo costituisce in media quasi l'80% del loro reddito, motivo per cui, a rischio di ritrovarsi senza turno a fine mese, sono più o meno obbligati a mettersi in gioco.Unico inconveniente: gli annunci vengono solo reindirizzati per diffondere i punti di forza di un marchio, partito politico o organizzazione. Manca poi di conoscere i dettagli che potrebbero avere effetti negativi sull'argomento in questione.

Perché si sentono troppe voci, troppa disonestà

Dovremmo fidarci della stampa scritta?

Mentre il crimine informatico è al suo apice, i media, nel frattempo, si stanno affrettando senza sosta a pubblicare voci. Fondamentalmente, spettatori e lettori dovrebbero aspettarsi prima o poi di leggere informazioni che non sono sempre vere. Il termine "disonestà" viene quindi evocato nella misura in cui molti giornalisti fabbricano le informazioni e le modificano da zero, solo per avere un pubblico che si alza di più. Da un altro punto di vista, può anche essere visto come un modo per intrattenere il pubblico e animare argomenti di discussione irrilevanti. L'interesse dei media, quindi, non si rivolge più all'imparzialità o all'aggiornamento della popolazione, ma piuttosto ad apparire in cima alla lista in un ambiente in cui la concorrenza è agguerrita.

Perché i media francesi si autocensurano

Chiamiamo autocensura, il metodo le cui informazioni vengono modificate e filtrate. Naturalmente, i media assicurano che i fatti vengano comunicati ad ascoltatori, spettatori e lettori. Tuttavia, siamo davvero fortunati ad avere il contenuto completo di questi? In effetti, questa omissione intenzionale potrebbe portare a dire che l'informazione è falsificata. Siate consapevoli che nessuna scusa può giustificare l'autocensura, perché molti dicono di voler evitare di far prendere dal panico la gente. Ma quest'ultimo non ha il diritto di conoscere le informazioni reali per prepararsi alla fine?

Perché i giornalisti cercano di manipolare il pubblico

Mentre i media sono in qualche modo manipolati e influenzati dalla loro parte, cercano anche di fare lo stesso quando si tratta del pubblico. Possiamo citare, ad esempio, la propaganda e le pubblicità sopra menzionate. Non c'è un modo per comunicare le informazioni senza pregiudizi, in modo da non disturbare l'opinione pubblica? Non esistono tecniche più chiare per tenere aggiornato il pubblico, anche se si tratta di discutere i punti di forza o di debolezza di una persona o di un'altra (fisica o morale in questo caso). È difficile sbarazzarsi dell'idea che ci vengano nascoste delle cose.

Perché stanno solo cercando di soddisfare la loro parte dell'accordo

È davvero questo ciò che il pubblico sta cercando informazioni?

Con l'obiettivo di mantenere la data di pubblicazione nella sezione predestinata e l'ora di trasmissione durante la durata stimata, i media non hanno altra scelta che trovare informazioni. Tuttavia, non è raro che a causa della mancanza di informazioni, anche il contenuto diventi incoerente. I lettori abituali di giornali, ad esempio, possono acquistarne diversi alla volta, per paura di perdere informazioni che potrebbero essere state omesse in uno di essi. Durante la lettura, è possibile che si imbatte in contenuti privi di significato in un giornale, ma più o meno arricchiti nell'altro.

Perché spesso cadiamo sulle conchiglie

È vero che nessuno è perfetto e che anche i più intelligenti sbagliano. Detto questo, i giornali cartacei e i telegiornali dovrebbero distinguersi in quanto sono costantemente i contenuti che il pubblico consulta di più. Attenzione, il rimprovero non è rivolto agli errori in sé, ma piuttosto al fatto che una parola scritta male, un termine mal pronunciato o anche un errore di sintassi può trasformare rapidamente il significato di una frase e del contenuto nella sua interezza.

Perché si rifiutano di ascoltare il pubblico

Molto spesso, almeno nella logica delle cose, non c'è scambio tra i media ei loro destinatari. Di solito spetta a loro comunicare, mentre il pubblico si accontenta di leggere, ascoltare e guardare. Tuttavia, ultimamente questa operazione ha preso una piega completamente diversa, poiché il pubblico sostiene il fatto che vengono lanciati solo con informazioni inutili. È davvero importante mantenere un dibattito televisivo sui danni causati durante uno sciopero piuttosto che analizzare cosa ha spinto i manifestanti a parlare e ad agire?

Perché i social network mostrano i fatti nella loro vera luce

Perché i social network sono più affidabili

In un'epoca in cui la tecnologia digitale ha completamente preso il controllo del nostro mondo, è molto più facile per la maggioranza andare sui social network per tenersi informati. Un gran numero di persone che hanno preso la parola ha menzionato, ad esempio, il fatto che i social network sono più diritti e aperti. Nessun filtro e altro, l'informazione viene comunicata nella sua interezza e non nel numero minimo di minuti ad essa assegnati.

4.6/5 - (5 voti)